Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » Scherma e bocce al centro della seconda giornata della seconda Settimana dello sport paralimpico organizzata a Pineto in occasione del ritiro della Nazionale Italiana Ciclismo Paralimpico

Notizie dal Comune

Scherma e bocce al centro della seconda giornata della seconda Settimana dello sport paralimpico organizzata a Pineto in occasione del ritiro della Nazionale Italiana Ciclismo Paralimpico
seconda giornata sport paralimpico
20-10-2020

PINETO. E’ stata dedicata alle discipline paralimpiche della scherma e delle bocce la seconda giornata della Settimana dello Sport Paralimpico in corso a Pineto in occasione del ritiro, per il quarto anno consecutivo, della Nazionale Italiana di Ciclismo Paralimpico nella cittadina adriatica in programma da ieri (19 ottobre 2020) al 23 ottobre. Sul palco del Teatro Polifunzionale di Pineto, nell’ambito dell’appuntamento “Oltre le barriere. Storie e testimonianze di grandi campioni”, che si è svolto sotto l’egida della CPO di Pineto questa mattina. dopo i saluti dell’Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Pineto, Marta Illuminati, sono saliti, tra gli altri: Piero Claudia Pandolfi del Circolo Scherma Flaiano Pescara i quali hanno illustrato le loro attività in particolare la scherma integrata; la Presidente della CPO di Pineto, Anna D’Amario e l’ex capitano della Nazionale italiana Bocce e referente promozione bocce paralimpiche FIB, Mauro Perrone, il quale (in collegamento via zoom) ha spiegato le varie specialità praticabili sulla base al grado e del tipo di disabilità che si ha. In collegamento il Presidente Federale FIB, Marco Giunio De Sanctis, che vanta un’esperienza trentennale nel CIP, realtà per la quale è stato Segretario Generale prima di arrivare in FIB e che ha fortemente incentivato all’interno della Federazione Italiana Bocce l’attività delle bocce paralimpiche. A condurre la giornalista Edda MiglioriDomani sul palco ci saranno gli atleti della nazionale italiana paraciclismo intervistati dai giornalisti Evelina Frisa e Luca Alò. Presenti, tra gli altri, il Presidente Nazionale FCI, Renato Di Rocco, il Presidente Regionale CIP, Mauro Sciulli, il Presidente regionale FCI Mauro Marrone e il presidente Regionale CONI Abruzzo, Enzo ImbastaroPer quanti volessero seguire è in programma una diretta streaming sulla pagina Facebook visitpineto di tutti gli incontri.

 L’iniziativa è a cura dell’Amministrazione Comunale in sinergia con il Comitato Paralimpico Italiano Abruzzo e la società sportiva Go Fast. Fino a venerdì 23 ottobre a Pineto ci saranno appuntamenti dal carattere sportivo e culturale con numerose testimonianze, la presenza di ospiti noti, dimostrazioni legate a varie discipline sportive e riflessioni sul tema della disabilità con particolare attenzione alle storie di persone che sono riuscite a trasformare un apparente limite in grande punto di forza per costruire un percorso professionale di alto livello raggiungendo risultati straordinari. Tra gli ospiti di questa edizione, alcuni in collegamento, oltre ai ciclisti azzurri e Ivan Cottini, l’atleta Giusy Versace e la Nazionale di Judo paralimpico con la judoka Carolina Costa.

 La nazionale italiana ciclisti paralimpici, guidata dal CT Mario Valentini, si allena per tutta la settimana sulle strade del territorio di Pineto e di tutta la regione, e si racconterà nel corso degli appuntamenti pubblici. Quest’anno hanno deciso di dare continuità al loro ritiro pinetese, come avviene dal 2017 ininterrottamente, nonostante il delicato periodo che si sta vivendo legato al Covid-19. E’ un ritiro dedicato a Alex Zanardi, che fa parte della nazionale e che lo scorso anno è stato a Pineto anche per raccontarsi ai ragazzi e infondere coraggio e amore per la vita, con l’auspicio per lui di una pronta guarigione dopo il grave incidente che lo ha riguardato.

 “Siamo felicissimi di aver organizzato la seconda Settimana dello Sport Paralimpico – dichiara l’assessore allo Sport e alla Pubblica Istruzione del Comune di Pineto, Vincenzo Fiorà – una iniziativa voluta per sensibilizzare sull’andare oltre le barriere e far conoscere meglio sport e sportivi paralimpici, soprattutto ai giovani. Gli alunni delle scuole sono infatti i nostri interlocutori privilegiati e grazie ai collegamenti in streaming è possibile coinvolgerli nel rispetto delle normative anti contagio. Oggi erano collegati gli studenti della Facoltà di Scienze Motorie dell’Università dell’Aquila i quali hanno anche acquisito del CFU. Ringrazio tutti gli ospiti coinvolti, il CIP, la CPO, la società Go Fast e quanti stanno lavorando per la riuscita di questo appuntamento che fino a venerdì vedrà la presenza di atleti noti nel panorama nazionale e internazionale come: Nicole OrlandoOxana CorsoPierpaolo AddesiCarolina CostaManuel Bortuzzo e Marco Borzacchini (vice presidente nazionale CIP e Presidente nazionale FISDIR). Previsto anche un convegno scientifico sullo sport e la disabilità a cura del CIP Abruzzo in programma per il pomeriggio di giovedì 22 ottobre e un incontro conclusivo, venerdì pomeriggio”.

“La Commissione Pari Opportunità di Pineto – dichiara la Presidente Anna D’Amario – si impegnerà a rapportarsi con le altre commissioni sul territorio oltre che con la commissione provinciale e regionale, per accendere un faro sullo sport paralimpico facendosi portavoce con la rete del sociale in cui esistono tante figure psicologi, educatori, medici e paramedici che quotidianamente si rapportano con persone con disabilità al fine di sensibilizzarli a che propongano a disabili e agli anziani la possibilità di praticare uno sport. Saremo da stimolo all’Amministrazione comunale per l’abbattimento delle barriere architettoniche qualora presenti sul territorio per rendere al massimo l’agibilità ai diversamente abili delle strutture sportive e ricreative. Chiederemo, inoltre, alle palestre e alle associazioni di aumentare la loro offerta formativa per introdurre, alla fine di questo periodo difficile legato al Covid-19, la pratica dello sport paralimpico nelle loro strutture. Alex Zanardi, cui questa iniziativa è dedicata, ci ricorda con il suo esempio di non arrenderci mai, lo sport ci insegna questo. Facciamo nostro questo messaggio e divulghiamolo il più possibile, in particolare ai giovani”.

D'Amario.jpg (176 kb) File con estensione jpg
ospiti .jpg (327 kb) File con estensione jpg
ospiti.jpg (344 kb) File con estensione jpg