Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » LETTERA APERTA AL GOVERNATORE SUL RISCHIO IDROGEOLOGICO A PINETO

Notizie dal Comune

LETTERA APERTA AL GOVERNATORE SUL RISCHIO IDROGEOLOGICO A PINETO
sindaco 3
26-02-2015


Gentile Presidente,

Le scrivo a nome di tutti i cittadini che ho l'onore di rappresentare perché noi non vogliamo più vivere con la paura in occasione di ogni forte pioggia. Sì, Presidente, Pineto ha paura. La nostra città è l'unica in provincia di Teramo ad essere attraversata da un fiume, il Vomano, il bacino più grande del teramano, e da due torrenti a carattere torrentizio, il Calvano e il Foggetta, che passano all'interno del centro abitato,  che in condizioni normali sono poco più che rigagnoli ma in occasioni di ondate di maltempo si trasformano in vere bombe d'acqua che senza alcun preavviso possono mettere a repentaglio manufatti e anche le vite delle persone.

Presidente, noi sappiamo quanto impegno sta mettendo nel reperire e destinare risorse per combattere il rischio idrogeologico, ma conosciamo bene pure i tempi della burocrazia, e il timore che arrivi l'ennesima alluvione sul nostro territorio prima che arrivino i fondi è forte. Noi abbiamo il dovere e vogliamo intervenire prima che accada l'irreparabile. Noi abbiamo fatto i nostri compiti a casa. Sono anni che la nostra città ha un approccio nuovo allo sviluppo urbanistico, perché il territorio deve essere rispettato. Ho accolto con immenso piacere la riunione da Lei convocata a Teramo proprio sul rischio idrogeologico, riunione che ha visto come protagonisti i sindaci e i territori. Pineto ha presentato progetti concreti e fattibili (nuovi canali, vasche di espansione, nuovi ponti, perfino qualche coraggiosa delocalizzazione di manufatti ed edifici). Ora, Presidente, come Sindaco ho il dovere di sollecitare l'assegnazione dei fondi al fine di consentirci di operare.

Abbiamo un territorio debole dal punto di vista idrogeologico, e oltre ai problemi di tante altre cittadine, scontiamo l'irruenza di fiumi che arrivano dall'entroterra. Scontiamo anni in cui la Provincia, a causa dei tagli sempre più pesanti sugli enti, non ha le stesse capacità di intervento di un tempo.

Presidente, Pineto sa cosa deve fare, e non vogliamo più vivere con la paura di alluvioni improvvise. Presidente, confido nel suo intervento. 

image2.JPG (136 kb) File con estensione jpg
image3.JPG (177 kb) File con estensione jpg

Condividi