Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » LA REGIONE INTERVERRÀ PER IL RECUPERO DELLA MADONNA DELLA CONSOLAZIONE

Notizie dal Comune

LA REGIONE INTERVERRÀ PER IL RECUPERO DELLA MADONNA DELLA CONSOLAZIONE
madonna
21-02-2015


La Regione farà la sua parte nel progetto di recupero della chiesa della Madonna della Consolazione di Mutignano. È quanto ha dichiarato il governatore dell'Abruzzo Luciano D'Alfonso, intervenuto ieri pomeriggio al convegno "Progetto Mutignano - Il recupero della chiesa della Madonna della Consolazione", organizzato dall'Amministrazione Comunale di Pineto, e al quale sono intervenuti anche il vescovo di Teramo-Atri, Michele Seccia, il deputato Tommaso Ginoble e il consigliere regionale Luciano Monticelli. "Questo è uno di quegli appuntamenti del Mezzogiorno che funziona, dove si va alla ricerca di fondi partendo da progetti concreti e di valore", ha dichiarato il Governatore, il quale ha anche aggiunto che al progetto di riqualificazione della storica chiesa chiederà l'intervento del Ministero dei Beni Culturali. 
Presenti in un auditorium S. Antonio gremito di persone anche il Presidente del Consiglio Comunale di Pineto Ernesto Iezzi e l'assessore al Borgo Antico Gabriele Martella, organizzatori dell'evento, e il sindaco della città Robert Verrocchio. 
Il progetto del recupero della chiesa alle porte di Mutignano, oggi in stato di abbandono, è stato presentato dall'architetto trentottenne Piero Coletti, e prevede la riqualificazione dell'edificio risalente al Quattocento attraverso il recupero dell'originario impianto a croce greca e la realizzazione di un sagrato all'ingresso. 
Un incoraggiamento al progetto è arrivato anche dal vescovo Michele Seccia, che ha messo l'accento sulla necessità di un recupero capace di restituire un'edificio fruibile e capace di essere fruito da tutta la collettività. 
"Oggi partiamo con una sfida per il rilancio del nostro borgo antico attraverso un progetto di valore - ha dichiarato il sindaco Robert Verrocchio - Siamo coscienti delle tante questioni che devono essere affrontate a Mutignano, e crediamo che il primo punto per il suo rilancio sia quello di riscoprire e di far scoprire le bellezze centenarie del borgo, e se vogliamo affrontare questo percorso si ha bisogno di progetti concreti. Oltre a ciò, proprio in questi giorni stiamo studiando una serie di misure che andremo a presentare nelle prossime settimane per incentivare l'economia e la vita sociale del nostro borgo". 
Soddisfazione per il progetto è arrivata anche dal consigliere regionale Luciano Monticelli. "Mutignano ha tutte le carte in regola per diventare un importante attrattiva turistica - ha dichiarato Monticelli - I borghi sono le radici della nostra regione, ed è per questo che mi sto facendo promotore per riproporre una misura che va a finanziare il recupero dei nostri centri storici". 
"È stato un appuntamento molto importante per Mutignano - ha dichiarato l'assessore Gabriele Martella - Dobbiamo avviare una nuova progettualità per il nostro borgo, e certamente il recupero della chiesa può essere una spinta molto importante, sia da un punto di vista sociale che da un punto di vista turistico". 
"Mutignano ha una storia millenaria, ed è anche attraverso progetti di questo genere che abbiamo il dovere di riscoprirla, riqualificarla e valorizzarla - ha dichiarato il presidente del Consiglio Ernesto Iezzi - Stiamo parlando di una chiesa a cui, molto probabilmente, era stata concessa anche una bolla per l'indulgenza da parte del Papa, e dunque di un grande pezzo di storia non solo per Pineto, ma per l'intero territorio del Cerrano".

 

(in allegato foto dell'evento) 

image3.JPG (1201 kb) File con estensione jpg
image1.JPG (1650 kb) File con estensione jpg

Condividi