Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » Esperti di ambiente da tutta Italia a Silvi e Pineto

Notizie dal Comune

Esperti di ambiente da tutta Italia a Silvi e Pineto
G
12-10-2018

Si è svolto oggi, 12 ottobre 2018, il convegno nazionale Il Capitale Naturale. I servizi ecosistemici che le aree protette offrono alla collettività. Il convegno è stato organizzato dall’AMP Torre del Cerrano in collaborazione con i comuni di Silvi e Pineto, che hanno ospitato le due sessioni.
Nel corso della mattinata, presso la sede del Circolo Nautico di Silvi, si sono susseguiti degli interventi tecnici da parte di docenti universitari e ricercatori sui temi del cambiamento climatico, del turismo sostenibile e dell’erosione costiera. I lavori sono stati aperti dai saluti istituzionali del sindaco di Silvi Andrea Scordella e del dott. Leone Cantarini, presidente dell’AMP Torre del Cerrano e del direttore marittimo della Guardia Costiera per Abruzzo, Molise e Isole Tremiti dott. Donato De Carolis.
Andrea Scordella ha posto l’accento sulla necessità di salvaguardare il patrimonio naturale pensando nei termini di un futuro ecosostenibile, sottolineando la collaborazione tra l’amministrazione comunale di Silvi e l’AMP Torre del Cerrano.
Il presidente Cantarini ha ringraziato la direttrice della Direzione Generale Protezione Natura del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, dott.ssa Maria Carmela Giarratano per essere stata presente nonostante l’emergenza dovuta alla collisione delle due navi nel Tirreno. Un ringraziamento particolare è stato rivolto anche ai due comuni di Silvi e Pineto, al Circolo Nautico di Silvi, per aver messo a disposizione la propria sede, ma anche alle Guide del Cerrano e agli sponsor Diodoro Ecologia e AM Consorzio sociale che hanno reso possibile la manifestazione. Il presidente ha inoltre sottolineato il valore economico del capitale naturale e l’importanza dell’Area Marina Protetta come patrimonio non solo per il comprensorio del Cerrano, ma anche per l’intera regione Abruzzo.
Gli interventi tecnici hanno approfondito i temi del cambiamento climatico, dell’erosione costiera, dell’eco-rendiconto e del turismo sostenibile. I docenti e i ricercatori intervenuti hanno presentato esempi e dati reali, con focus sull’Abruzzo o su altre realtà italiane. È stato dato spazio al ruolo delle aree protette per la tutela e la valorizzazione del capitale naturale e economico delle comunità.
Un momento centrale è stato dedicato all’intervento della dott.ssa Giarratano, della e del contrammiraglio Comandante Aurelio Caligiore, del Reparto Ambientale Marino del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera.
La dott.ssa Giarratano ha rimarcato l’importanza del Rapporto sullo Stato del Capitale Naturale in Italia, che il Ministero redige dal 2015 (fino ad ora, due sono i rapporti pubblicati). Lo strumento consente infatti di rilevare ex ante e ex post gli effetti delle politiche pubbliche sul capitale naturale.
Dopo il trasferimento a Pineto presso il teatro Polifunzionale, nel pomeriggio, il convegno riprende con la Tavola Rotonda presieduta dal sindaco Robert Verrocchio. In questa fase, docenti, ricercatori e rappresentanti istituzionali della Regione Abruzzo hanno dibattuto sul tema "Il capitale naturale delle aree protette e la collettività". Alla tavola rotonda prende parte anche la dott.ssa Giarratano.
Gli esperti convenuti provengono da diverse le istituzioni e associazioni, oltre al Ministero dell’Ambiente e la Regione Abruzzo: Università D’Annunzio di Chieti-Pescara, Vivilitalia, ISPRA, Università del Molise, Guardia Costiera, Università Politecnica delle Marche; ARTA Abruzzo; ANCI Toscana, Parco Nazionale del Circeo, Università del Salento.

Condividi

Eventi correlati